Questo negozio richiede che javascript sia abilitato affinché alcune funzioni funzionino correttamente.

I benefici della pausa caffè in ufficio secondo alcuni studi

I benefici della pausa caffè in ufficio secondo alcuni studi

Qualcuno afferma di non poterne fare a meno, mentre per altri è solo un’occasione per sgranchirsi le gambe e scambiare quattro chiacchiere con i colleghi.

C’è chi, invece, ne approfitta per controllare messaggi e telefonate al cellulare.

La pausa caffè a lavoro è un momento di relax e socializzazione che, secondo alcuni studi, sembra apportare dei benefici concreti. Vediamo insieme quali.

Pausa caffè: i benefici per la socializzazione e la produttività

Un’indagine condotta negli Stati Uniti da Tork ha messo in luce che, secondo il 90% degli impiegati, un break durante l’orario lavorativo aiuta a concentrarsi, a trovare idee migliori e a tornare con più energie alla scrivania.

E i benefici sono emersi anche da altri studi. In cosa consistono questi effetti positivi?

● Interrompere momentaneamente il lavoro e allontanarsi dalla propria postazione è fondamentale, prima di tutto, per il nostro fisico.

Soprattutto, quando si trascorre la giornata seduti alla scrivania e davanti a uno schermo, i muscoli, la colonna vertebrale e la vista traggono beneficio da un’interruzione per fare quattro passi.

Cinque minuti di attività ogni ora aiutano, infatti, a combattere gli effetti negativi della sedentarietà.

● Il lavoro intellettuale impegna costantemente il nostro cervello, che di tanto in tanto ha bisogno di uno stop.

Una pausa caffè è proprio quello che ci vuole per distrarsi qualche minuto e recuperare freschezza mentale.

A questo proposito, uno studio afferma che la capacità di prendere delle decisioni è influenzata dalla stanchezza: per chi deve farlo più volte nel corso della giornata lavorativa, un break aiuterebbe a non rimandare e a decidere sempre con cognizione di causa.

● Come riportato da Psychology Today, fermarsi per qualche minuto rende più motivati, soprattutto sugli obiettivi a lungo termine.

Quando lavoriamo, infatti, la corteccia prefrontale compie uno sforzo e, se l’impegno necessario è prolungato, prendersi una pausa aiuta a mantenere l’attenzione e a ritrovare la giusta motivazione.

● Anche la produttività e la creatività, inoltre, godono degli effetti positivi della pausa caffè.

Un ulteriore beneficio risiede nella diminuzione dei livelli di stress.

● Bere un caffè e chiacchierare con i colleghi, infine, aiuta a socializzare e a fare squadra, con il vantaggio di dar vita a un ambiente lavorativo più disteso, sereno, in cui si affrontano meglio le difficoltà e anche gli ultimi arrivati non fanno fatica a integrarsi.

Concedersi una pausa è un’ottima abitudine, ma ci sono dei casi in cui è meglio rimandare: per esempio, non ha senso interrompere il lavoro quando siamo nel bel mezzo di un’attività che ci assorbe completamente, se non ne avvertiamo il peso.

Meglio sfruttare il momento, portare a termine la consegna e poi godersi il meritato break.

Pausa caffè, qual è l’orario perfetto?

Come abbiamo visto, quindi, gli effetti positivi della pausa caffè sono diversi, ma è tutto merito della bevanda che sorseggiamo?

Il caffè apporta sicuramente alcuni benefici ma, secondo gli studi, i vantaggi cui abbiamo accennato deriverebbero dal break stesso.

Tuttavia, è bene sottolineare che, secondo un ricercatore statunitense, esiste un orario ideale per godere il più possibile delle proprietà del caffè: tra le 9.30 e le 11.30 del mattino.

A metà mattina, infatti, il cortisolo (l’ormone che ci tiene svegli) comincia fisiologicamente a calare.

Prendersi una pausa in questo intervallo di tempo, quindi, è una buona abitudine per rinvigorire le energie e continuare a sentirsi attivi anche nelle ore di lavoro successive.

La pausa caffè secondo gli svedesi: Fika

Tra i Paesi europei famosi per il work-life balance e per la cultura del lavoro c’è la Svezia, dove quello della pausa caffè è un rito radicato.

Si chiama Fika, una parola che viene dal termine dialettale che in passato indicava proprio il caffè.

La bevanda, tuttavia, è solo uno dei cardini di questo momento della giornata, che serve anche a socializzare: per godere a fondo dei benefici, l’ideale sarebbe trascorrere la pausa in una stanza dedicata, lontano da computer e telefoni, e conversare con i colleghi.

Come occupate la pausa caffè?

Anche per voi è un momento fondamentale della giornata lavorativa?

Inserisci un commento